verniciatura telai l’unica difesa per il telaio è la copertura di vernice che funge da barriera per ruggine, usura e graffi. Ma anche la migliore verniciatura telai prima o poi va rinnovata e in quel caso è meglio sapere come fare. Il tutto si suddivide in due fasi: la sabbiatura e la verniciatura.

La sabbiatura è un processo di pulitura di tutti i residui di vernice, detriti e sporcizia per renderlo pronto a essere nuovamente lavorato, zincato e dipinto. Consiste nello spruzzare a pressione della polvere abrasiva (di solito sabbia) ad alta velocità in ogni anfratto del telaio, rimuovendo così ogni elemento superfluo.

La verniciatura è la copertura accurata con vernici a polvere, a liquido o entrambe di tutto il telaio. Per prima cosa bisogna smontare il telaio e passare gli alesatori e le frese sul filetto del movimento centrale per spianare le facce della scatola del movimento. A quel punto si sabbia il telaio attraverso l’apposita macchina, cosi facendo la superficie esterna diverrà porosa e pronta alla verniciatura. La prima mano è una passata con la vernice di smalto epossidico per evitare ruggine. La seconda mano è il colore voluto, ottenibile tramite verniciatura ad acqua.